AGENTS OF SHIELD - Recensione episodio 4x16 "What If"


Il mondo è governato dall'Hydra e l'unica speranza sono Daisy e Simmons. Ma riusciranno le due amiche a svegliare il resto del team in un mondo sottosopra?




Scritto da DJ Doyle 
Diretto da Oz Scott

Voto 9/10

[SPOILER]


Dopo la lunga assenza, torna Agents of Shield con il terzo blocco narrativo ambientato nel mondo alternativo virtuale dove l'Hydra ha vinto. Che dire?

Iniziamo dalla scena finale, da quella che solitamente viene introdotta dalla voce di Coulson che chi dice che AoS tornerà tra poco. Qui è Daisy a ripetere la stessa frase, a sottolineare come ci si trovi in un universo alternativo. E in questa scena c'è tutto il senso dell'episodio e, forse, della serie. Coulson esce dalla scuola dove insegna, ancora sconvolto dall'incontro con Simmons che ha risvegliato in lui alcuni ricordi e sensazioni poco piacevoli e in macchina l'aspetta Daisy che lo prega di ricordarsi di lei. Simmons ha cercato di risvegliarlo in tutti i modi ma non è riuscita a superare la barriera del framework ma poche parole di Daisy lo riportano alla realtà. E quel "Daisy" appena bisbigliato nello specchietto retrovisore è la prima cosa positiva per la ragazza in una giornata che peggio non poteva andare.


Il legame tra i due è, ancora una volta, il fulcro dell'universo di AoS che in più occasioni ha ribadito come i due siano legati da forze che vanno oltre la loro comprensione (ricordate le parole di Lady Sif). Saranno sempre loro la chiave per tornare alla realtà?



Coulson è la persona alla quale si rivolge quando le cose vanno davvero male, la sua vera, unica famiglia, ed è solo lei che riesce a risvegliare il ricordo della sua vita reale. E gli autori hanno confermato in una intervista a EW come la chiave di svolta sia ancora una volta Tahiti, con Coulson che in questa realtà scrive in continuazione "It's a magical place", colleziona immagini di macchine molto simili a Lola, è attratto da una violoncellista, ha una cartolina di Tahiti. Il lavaggio del cervello che ha già subìto interferisce con la programmazione del framework e, infatti, mentre Fitz e May non sembrano avere nessun ricordo o sensazione della loro vita reale (Mack ancora non si è visto), Coulson ha già dei dubbi che affiorano definitivamente quando incontra Daisy. Perchè, come notano Daisy e Simmons, un Coulson che lascia catturare un ragazzo dall'Hydra non può essere reale.


Fitz e May, come detto, sembrano spietati e devoti all'Hydra mentre, in un gioco delle parti, il Ward di questo universo è dalla parte dei buoni e fa la talpa nell'Hydra. Come fa notare Simmons, è nella sua natura fare il doppiogioco anche se in questo caso almeno si rivela utile pur se non meno inquietante, specialmente nella scena di apertura dove veniamo completamente immersi nel disagio di Daisy che sobbalza ogni volta che l'uomo le si avvicina.

 
Tornando a Fitz, non solo è il "Dottore" che tortura inumani ma anche il compagno di AIDA che qui è Madame Hydra. Il fatto di non avere Simmons accanto ha fatto emergere in lui il suo lato peggiore. E Simmons deve letteralmente resuscitare uscendo dalla sua tomba (citazione buffyana?) con la voce roca (dovuto ad una reale malattia dell'attrice) che rende il suo arrivo nel framework ancora più sconvolgente, come un vero e proprio zombie. Ed in questa realtà è stata uccisa dall'Hydra nella Shield Academy.



Il dispositivo che Simmons ha inventato per tornare nella realtà non funziona e ora, oltre al problema di risvegliare i loro amici, le due donne devono anche trovare il modo di superare AIDA. 
Dal promo della prossima settimana vediamo Coulson che viene portato incappucciato nella sede della Resistenza (un call back al pilot?) e AIDA che tenta in tutti i modi di fermare Daisy. Tornerà Radcliffe (che potrebbe essere la chiave per distruggere il framework) e sempre gli autori hanno suggerito come vedremo altre facce note a breve (BJ Britt il più probabile ma negli articoli della cartellina di Coulson si fa riferimento anche a Cal, il padre di Daisy e a Audrey).

Sembra che Mace in questa realtà sarà ancora The Patriot e comanderà la resistenza dal playground mentre la storia di May dimostra come ogni azione porti delle conseguenze impensabili. Infatti, ciò che accade in Bahrein e l'uccisione della bambina che hanno segnato la sua vita, hanno avuto conseguenze ancora peggiori che, unite al fatto che Coulson non è mai entrato nello Shield, hanno portato ad un mondo infernale comandato dall'Hydra che, come nota Simmons, sono nazisti senza eccezioni.


Episodio strepitoso e al cardiopalma dove per tutto il tempo si sta in ansia per il destino delle due donne. Almeno fino a che Coulson non sussurra: "Daisy....."




PS: in coda all'episodio una bella dedica a Bill Paxton scomparso recentemente.

Alle prossime news! 


SE VOLETE COLLABORARE CON NOI SCRIVETECI! - Collabora con noi!

Stiamo cercando RECENSORI e newsers per EMPIRE, HOMELAND, LEGENDS OF TOMORROW, ORPHAN BLACK. ARROW, SUPERGIRL e le altre serie.

Non perdere neanche una notizia! Seguici su Facebook e Twitter.
Condividi su Google Plus

Articolo di Barbara Maio

Posta un commento