AGENTS OF SHIELD - Recensione dell'episodio finale 4x22 "World's End"


AIDA sembra invincibile anche per Ghost Rider mentre Yo-Yo deve correre contro il tempo per tentare di convincere Mack a lasciare il framework e sua figlia.
 
Scritto da Jeffrey Bell 
Diretto da Billy Gierhart

Voto: 9,5/10

[Spoiler]

This is how the worlds end, not with a bang but a.....


Apro questa mia ultima recensione della stagione con la frase di Radcliffe che ci saluta prima di venire cancellato definitivamente dal framework. Mi sembra che proprio questa frase rappresenti lo spirito della serie che più che dal dramma (Mack che vede sparire la figlia dalle sue braccia) è segnata dalla malinconia, da un tramonto su un mondo che non è mai esistito.


E come spesso accade in questa serie, il fulcro narrativo non è dove si pensa debba essere - sconfiggere AIDA - ma in tutto ciò che vi è intorno. Il piano di AIDA è quello di tentare di replicare ciò che aveva costruito nel framework cioè un mondo nel quale lo Shield viene accusato di aver usato inumani a scopi terroristici e messo al bando. Ivanov tenta di incolpare Daisy per il tentato omicidio di Talbot (che ne fa le spese finendo in coma dopo un colpo alla testa) utilizzando uno degli LMD della ragazza ed ora il mondo è convinto che lo Shield debba essere chiuso per sempre e che gli inumani siano il pericolo maggiore. Come nel framework.
 

Framework che comincia a sparire pezzo dopo pezzo, rendendo il lavoro di Yo-Yo una corsa contro il tempo al fianco proprio di Radcliffe che tenta di convincerla ad uscire prima che sia troppo tardi e solo la scomparsa di Hope alla fine costringe Mack ad affrontare la verità ma, nel mondo reale, i due sono pronti a pensare al futuro. Tutta questa storyline è ovviamente molto drammatica e coinvolgente ma, alla fine, la sensazione è che rubi tempo alla lotta che si svolge nel mondo reale. 

  
AIDA viene fermata con il lavoro di gruppo e nella scena dove Daisy viene incontro al senso di colpa di Fitz, la ragazza spiega lo spirito della serie stessa: siamo una famiglia, affrontiamo tutto insieme, il bene e il male. 


Ma su questa famiglia c'è Ghost Rider che incombe: Coulson fa un patto con il diavolo e diventa Ghost Rider per fermare AIDA ma ci sono conseguenze da pagare, conseguenze che non ci vengono rivelate e che lui non rivela al resto del team ma che Robbie fa intuire come siano conseguenza nefaste.


E poi la doppia scena finale. Come nell'ultima cena, il team si prende un momento in una tavola calda per mangiare e stare finalmente un po' tutti insieme in attesa delle conseguenze di ciò che ha fatto AIDA e di consegnarsi all'esercito ma arriva un gruppo para-militare (non è chiaro chi sia) che prima li immobilizza (riferimento a Iron Man?) e poi li porta via. Fine.


Scena post credits: Coulson è nello spazio, solo, pronto ad affrontare il suo lavoro. Di cosa si tratta? Dove si trova Coulson? Siamo in una prigione spaziale? E il resto del team? In questa scena Coulson appare più stoico che mai ma davvero non abbiamo molti indizi di ciò che possa essere accaduto e di quanto tempo sia passato. Sul web c'è chi ipotizza che la quinta stagione possa riguardare lo SWORD, agenzia di spie antagonista dello Shield che, nei fumetti, ha una stazione spaziale oppure che l'approdo nei nostri eroi nello spazio possa essere un suggerimento ad un collegamento con il prossimo film degli Avengers, Infinity War. Oppure queste potrebbero essere le conseguenze del patto con il diavolo tanto temute da Robbie. A questo punto, tutte le ipotesi sono valide.


A margine, la tanto attesa ship Phillinda viene ancora una volta rimandata. Coulson e May continuano a parlare di ciò che è accaduto con LMDMay con Coulson che ancora non rivela di averla baciata ma i loro discorsi fanno capire come tra i due si stia svolgendo un dialogo di sguardi e frasi non dette molto più significativo di ciò che, invece, dicono.


Best line:

Coulson (arrivando appena un attimo dopo che Daisy e Robbie hanno fermato gli LMD) 
Aw, I missed it, didn't? You two together and we missed it? Damn! 


Che dire per concludere? Episodio fantastico, stagione fantastica. Poteva essere un episodio perfetto magari avendo due ore a disposizione con una scena di lotta tra AIDA e Ghost Rider Coulson magari più elaborata e lunga. 


Se c'è qualcuno che ancora non guarda Agents of Shield, fategli un piacere e convincetelo a farlo. La serie ha mantenuto per tutta la stagione dei livelli altissimi di coinvolgimento e di sviluppo dei personaggi. Proprio questa è la chiave della serie: i personaggi prima della storia. E la divisione in tre blocchi narrativi, dovuta non ad una scelta degli autori ma a necessità di palinsesto, è stata una sfida vinta su tutti i fronti che si è chiusa a cerchio con il ritorno di Ghost Rider.




La ABC ha annunciato la nuova organizzazione per il prossimo anno e AoS andrà in onda il venerdì sera ma solo dopo la fine della nuova serie Inhumans che inizia a settembre e conta 8 episodi. Quindi, non scopriremo il destino di Coulson almeno fino a novembre, se non gennaio in caso si decida di far debuttare la serie direttamente nella midseason con 22 episodi senza interruzioni.

Resettate il lunghissimo countdown per il ritorno di Agents of Shield!

 A presto per una approfondita analisi della quarta stagione!


SE VOLETE COLLABORARE CON NOI SCRIVETECI! - Collabora con noi!

Stiamo cercando RECENSORI e newsers per EMPIRE, HOMELAND, LEGENDS OF TOMORROW, ORPHAN BLACK. ARROW, SUPERGIRL e le altre serie.

Non perdere neanche una notizia! Seguici su Facebook e Twitter.
Condividi su Google Plus

Articolo di Barbara Maio

Posta un commento