TWIN PEAKS - Siamo vicini a trovare risposta a una delle domande più importanti?



Showtime è stata molto chiara riguardo al fatto che Twin Peaks: The Return è stato concepito, scritto e girato essenzialmente come un film lungo 18 ore che abbandona gli inizi e finali ben definiti e le strutture tipiche delle serie tv, per qualcosa di molto più grande.

Se teniamo in conto di questa dichiarazione, l’episodio andato in onda la scorsa notte ha segnato il completamento di un terzo del film, o quantomeno il suo primo atto. Non potevamo certo aspettarci che Twin Peaks giocasse secondo le regole con una chiusura classica, ma la sesta parte ha dato il suo meglio.

Due dei momenti più memorabili in termini di azione, coinvolgono un pirata della strada che uccide un ragazzino e un triplo omicidio, effettuato da un minuto sicario a cui piace uccidere con un rompighiaccio.
Queste scene, e la piacevole sorpresa di Laura Dern nel ruolo di Diane, la segretaria storica di Cooper, sono tra le cose di cui gli spettatori ad oggi discutono di più, intorno al distributore dell’acqua o allo Starbucks, oppure su Twitter.
Qualcos’altro però è successo la scorsa notte, qualcosa che i fan di Twin Peaks aspettavano da anni.

Quattro settimane fa la serie faceva il suo ritorno e l'agente Tommy “Hawk” Hill (Michael Horse) viene avvertito dalla Signora Ceppo (la magnifica Catherine E. Coulson) che qualcosa mancava e doveva trovarlo. A Hawk vengono dati solo due indizi per guidarlo in questa ricerca: il “Qualcosa” che manca ha a che fare con L’Agente Dale Cooper (Kyle MacLachlan) e il modo in cui riuscirà a trovarlo avrà a che fare col suo retaggio di Nativo Americano.


Fidandosi ciecamente della profezia della Signora Ceppo, Hawk rispolvera e riapre tutti i fascicoli inerenti al caso di Laura Palmer. Senza essere coinvolto negli innumerevoli e nuovi sviluppi che si muovono intorno a lui, compreso il ritorno di Cooper nel nostro mondo, all’insaputa di chiunque lo stia cercando, nei panni di un assicuratore di nome Dougie Jones.


Hawk rimane ancorato al passato, a nutrire la nostra nostalgia riscoprendo vecchie scatole impolverate. Fino alla notte scorsa, lo sviluppo migliore di questa trama era stato un breve momento comico riguardante un coniglio di cioccolato vecchio di venticinque anni.

Ma poi Hawk tira fuori un nichelino dalla sua tasca (un nichelino Testa di Indiano, niente meno), gli cade  e lo segue mentre rotola in uno dei cubicoli dei bagni alla stazione di polizia. Uno sguardo alla porta del bagno rivela una Testa di Nativo Americano come logo del costruttore e una vite allentata lungo la giuntura superiore. Ignorando le recriminazioni dell’agente Chad (che va a rappresentare qualunque cinico pensi che Twin Peaks sia una serie stupida) Hawk forza la porta e trova un piccolo piego di pagine scritte a mano.
In vero stile Twin Peaks, il momento si chiude così. Non c’è musica d’effetto, non ci sono esagerati “Oh mio dio” da parte di Hawk e nessuna scena trionfante che possa rivelare dettagli su ciò che ha scoperto. È solo un momento di calma e riflessione in cui Hawk realizza di aver trovato qualcosa di importante. Poi lascia la stanza e l’episodio, senza indicazioni su quando potremmo sapere qualcosa su quello che ha trovato. 
Le pagine ci lasciano con lui, e la serie non ci da indizi su cosa potrebbero contenere.

Ma i fan di Twin Peaks sanno. O quantomeno pensiamo lo sappiano.

Quando era in vita, Laura Palmer, la ragazza uccisa che ha dato inizio a tutto, aveva due diari. Uno la ritraeva come la perfetta reginetta della porta accanto che la città credeva che fosse, e un altro riportava invece il suo uso di droghe, i suoi rapporti sessuali e gli anni di abusi subiti dal demoniaco Bob.

Questo oscuro diario viene consegnato all’agorafobico Harold Smith, prima della sua morte. Sebbene Harold distrusse tutte le pagine prima di togliersi la vita nella seconda stagione, qualunque cosa fosse rimasta del diario è stata portata alla stazione di polizia. 
Poi è uscito "Twin Peaks: Fuoco cammina con me".

Il film prequel di Lynch, racconta l’ultima settimana di vita di Laura, rivelando diversi dettagli sul diario, in particolare che Bob sembrasse aver scoperto dove fosse nascosto. Per questo motivo, Laura avrebbe deciso di affidarlo ad Harold, in panico, dopo aver scoperto la mancanza di alcune pagine. La serie non lo dice in maniera esplicita, ma sembrerebbe che ciò che Hawk ha trovato la scorsa notte, siano davvero le pagine mancanti del diario, nascoste da qualcuno (molto probabilmente il padre di Laura, Leland) per non farle trovare dalla polizia.

Dopo venticinque anni, un pezzo chiave dei misteri di Twin Peaks viene portato alla luce per la prima volta. Oppure no?

Con Twin Peaks non si può mai esseri sicuri di cosa sia effettivamente importante e cosa sia solo un momento di passaggio.
Tutti questi decenni di significati potrebbero ora convergere nella scoperta di Hawk, e sembra che la serie voglia portare alla luce il significato di queste pagine nel mistero principale.
Lo show potrebbe non aver avuto questo intento però. Potremmo non vedere più quelle pagine, o se succedesse, potrebbero essere solo brevi assaggi.

Per puro ottimismo, però, poniamo davvero il caso che Hawk parli della sua scoperta la prossima settimana. Cosa contengono queste pagine? In una delle scene più  di Fuoco Cammina Con Me, Annie Blackburn (Heather Graham) appare a Laura in sogno e gli dice che “Il Buon Dale” Cooper è rimasto intrappolato nella Loggia. “Scrivilo nel tuo diario”. Laura lo ha davvero scritto? È questo che c’è scritto su quelle pagine?
Twin Peaks ha uno strano rapporto con il tempo, quindi non si può mai sapere.

Qualunque cosa queste pagine contengano, se davvero sono quello che pensiamo, Hawk ha davvero trovato ciò che stava cercando. Twin Peaks può essere un esperienza esasperante e senza senso persino al suo meglio. Impari ad accettare le sue trame in sospeso, le sue criptiche spiegazioni e le immagini che intendono semplicemente suscitare un emozione senza progredire nella trama.

Dovunque voglia portarci lo show nel secondo atto del suo ritorno, ci stiamo avvicinando a qualcosa che i fan di Twin Peaks aspettano da quasi trent’anni: Una ricompensa.




Come sempre, un saluto alle nostre affiliate:




SE VOLETE COLLABORARE CON NOI SCRIVETECI! - Collabora con noi!
Stiamo cercando RECENSORI e newsers per EMPIRE, HOMELAND, LEGENDS OF TOMORROW, ORPHAN BLACK. ARROW, SUPERGIRL e le altre serie.

Non perdere neanche una notizia! Seguici su Facebook e Twitter.
Condividi su Google Plus

Articolo di Cristina F.

Posta un commento