COLONY - #RewatchTime: 1x08 "In From The Cold"

"There shouldn’t be any secrets in our house."
Ben ritrovati con il #RewatchTime di Colony! Questa prima stagione ci regala un'ottavo episodio davvero intenso e scioccante, che pone la frattura fra i Bowman a un livello più concreto e svela qualcosa in più su uno dei misteri più affascinanti della serie.

ARTICOLI CORRELATI: #RewatchTime: 1x07 "Broussard"


TITOLO: In From The Cold

Regia: Tim Southam

Scritto da: Wes Tooke

VOTO: ½


COMMENTO


L'episodio si apre nell'oscura Fabbrica, in cui delle persone, con delle tute protettive, lavorano a dei strani macchinari. Fra loro vediamo il povero Carlos, attraverso il quale scopriamo che la Fabbrica non si trova sulla Terra, ma sulla Luna. A casa Bowman, Will guarda con attenzione sua moglie, per poi rivelare a Bram e Grace che Charlie è ancora vivo, lasciando Katie piuttosto interdetta. Helena Goldwyn raggiunge Snyder in ufficio, annunciandogli che una persona molto importante sta per venire a Los Angeles per un ispezione e citando Orwell, dice al Delegato che la sua priorità è garantire stabilità al blocco. Katie va a trovare Rachel e inizia a sentire il peso delle sue scelte, al punto da voler lasciare il gruppo. Will riceve una telefonata nel suo ufficio da Quayle, il quale gli riferisce che sa chi è la talpa e lo invita ad incontrarsi per parlarne. Così Will lo raggiunge e il leader dei ribelli svela lo scopo della sua chiamata: ha intenzione di consegnare Broussard e i suoi compagni, con eccezione di Katie, all'Occupazione in cambio di un passaggio sicuro fuori dalla città. Intanto Broussard si incontra con un certo Eckhart, il quale gli svela dell'arrivo della personalità menzionata da Helena. Will, dopo essersi consultato con Beau, riferisce a Snyder dell'affare di Quayle e il Delegato decide di incontrarlo di persona. Broussard va da Quayle e gli chiede perchè abbiano mentito su Geronimo, riferendogli dell'operazione di Eckhart. Tornato a casa, Will dice a Katie dell'accordo di Quayle, una notizia che la sconvolge così tanto al punto di correre a contattare Broussard nel cuore della notte; lui accetta di incontrarla e lei gli dice di Quayle e del suo piano. Broussard non le crede, ma decide di parlarne col diretto interessato, il quale mente spudoratamente. Snyder e Will incontrano Quayle, il quale esplicita le sue intenzioni, chiedendo che sia Will ad accompagnarlo fuori dal blocco una volta catturato Broussard. Intanto Broussard, Rachel e Katie vanno all'appuntamento con Eckhart, ma Quayle li ha già venduti e i Red Hats arrivano sul posto, scatenando il panico e facendo una vittima, la povera Rachel, una cosa che Will ha cercato di evitare. Snyder è deluso dell'ennesimo fallimento e Jennifer scopre che Quayle era un ex-membro della CIA, alle cui dipendenze vi era un certo Broussard, così Snyder ordina a Will di interrogarlo. Will e Beau vanno nel rifugio di Quayle e il primo entra da solo per parlare con Quayle. Una volta ottenuta la conferma che Katie lavora per i ribelli, Will lo uccide a sangue freddo, assieme ai Red Hats di guardia e Beau interviene, non completamente sorpreso di quanto fatto dal suo partner. I due discutono sulla prossima mossa e Will ripensa alle parole di Quayle su un posto sicuro fuori dal blocco, facendo pensare che vuole andarsene. Katie, assieme a Broussard, assiste a una scena terrificante, in cui Rachel e i suoi figli sono stati appesi, con un cartello al collo su cui è scritto "Terrorist". Will ritorna a casa e riferisce a Katie dell'annientamento della cella di Broussard e se ne va, non prima di guardarla con un espressione estremamente amareggiata; alla fine Katie scoppia in lacrime. Fra le altre vicende vi è la missione di Bram, che con il suo professore di scienze osserva la Luna al telescopio, e pianifica di avventurarsi fuori dal blocco per procurarsi dell'attrezzatura migliore.
Altro episodio davvero ben riuscito, dove i colpi di scena non sono mancati e la situazione è diventata più aspra del previsto, con due vittime, di cui solo Rachel ci mancherà.

EASTER EGG



-Beau legge un edizione dell'Atlantic con in copertina il titolo "You Call This an Election?" e il disegno di un aquila in catene; l'edizione risale al 2012 e l'articolo parla delle campagne finanziarie e delle persone che piegano il sistema per i loro bisogni e scopi.

NOTE DI INTERESSE


-In questo episodio vediamo uno scorcio dell'inquietante Fabbrica, dove le persone lavorano a dei strani congegni e a volte alcuni si ammalano, perdendo sangue dal naso, sintomo ricollegabile a una massiccia esposizione alle radiazioni; questa si trova sulla Luna e non sulla Terra, come si poteva pensare. Perchè mai scegliere il nostro satellite per installare un edificio simile?

-Quayle ha fatto riferimento a dei gruppi di persone fuori dal blocco, che i RAP lasciano stare; perchè mai queste persone non vengono toccate dagli invasori?

-In questo episodio vediamo per la prima volta Eckhart (Charlie Bewley, The Twilight Saga).

Ci vediamo domani con il nostro ripasso del nono episodio!

TUTTE LE NOTIZIE SULLA STAGIONE 3!


Un saluto alle affiliate
Colony Italia,I Drogati di Telefilm, Cinema, Movie and Pop Multifandom il mondo che non c'è, Josh Holloway Italia Serie tv Concept
Talk About Telefilm
Non perdere neanche una notizia! Seguici sulla pagina Facebook o sul nostro Gruppo o su Twitter. 
Condividi su Google Plus

Articolo di Ada_Bowman

Posta un commento