GOTHAM - "Legion Of Horribles". Recensione dell'episodio 4x17 "Mandatory Brunch Meeting"


Dopo diversi episodi in cui avevo ben poco da lamentarmi, gli sceneggiatori di Gotham presentano una puntata che non riesce a convincermi del tutto e che mi lascia perplessa. Forse perché su “Mandatory Brunch Meeting” mi ero ormai fatta grandi aspettative, che sono state in parte disattese, soprattutto perché pare che gli autori si siano scordati parte degli ultimi sviluppi di certi personaggi.
Certo Gotham è un prodotto di intrattenimento, e non pretendo sicuramente un livello simile a serie come Westworld tanto per dire, ma in questa stagione la serie era riuscita a riprendersi e a proporre trame interessanti, che riuscivano nello scopo di intrattenere e incuriosire, ma purtroppo, a sei  episodi dal finale, mi fa pensare possano ricadere nelle brutte abitudini.


Intendiamoci, Cameron Monaghan riuscirebbe a salvare la qualunque e la sua interpretazione dei due fratelli Velaska è ottima, ma non basta a farmi chiudere gli occhi davanti a certe scelte di trama e alla probabile origine e genesi del Joker.
Avevo già manifestato diversi dubbi sulla futura evoluzione della storyline di Jerome, e l’idea del fratello gemello, benché attesa, e telefonata da foto spoiler uscite qualche settimana fa, non mi aveva mai convinto, né mi convince tutt’ora.
Il gioco del fratello buono- fratello cattivo, già di per sé sa molto di risvolto soap operistico, e soprattutto in relazione al personaggio del Joker lo avrei evitato, specie perché questa scelta non crea suspance e complica senza motivo la trama.



Ma andiamo con ordine, l’episodio prende il nome dall’incontro “lavorativo” organizzato da Jerome con diversi villain di Gotham, come Mr Freeze, Firefly e il Pinguino, oltre a Crane e Tetch, già suoi alleati. L’intento di Jerome, è quello di seminare pazzia  per la città, ma prima di scatenare la sua allegra banda di psicopatici, continua la sua spasmodica ricerca di un certo Xander Wilde,  in una corsa contro il tempo con Jim Gordon e Harvey Bullock.
In seguito, scopriamo che Xander Wilde, altri non è che lo pseudonimo di suo fratello gemello, Jeremiah. È evidente che la madre dei Velaska di fantasia ne aveva poca fantasia. Il gemello di Jerome, riesce a catturarlo e trasferirlo nella sua base, grazie alla sua collaboratrice, attirando però così sulle sue tracce, anche Harvey e Jim.


Vediamo subito come Jeremiah sia diverso dal fratello, da cui si è sempre nascosto in seguito ai suoi tentativi di omicidio. Ci appare subito chiaro che, a parte la paranoia e la passione per i labirinti, il Velaska numero due, sia più sano e sembri una brava persona, succube di un fratello psicopatico. Eppure qualcosa in Jeremiah non mi convince fino in fondo, Jerome è psicopatico, ma mi chiedo perché sin da piccolo abbia tentato così spesso di uccidere suo fratello. Che Jeremaih sia più psicopatico e villain di quanto faccia vedere? E poi ha una certa passione per il viola…


GOTHAM - "Tagliatele la testa" Recensione dell'episodio 4x15 "The Sinking Ship The Grand Applause"

D’altra parte, Jerome è ben deciso a far impazzire non solo suo fratello, ma tutta la città, ora che grazie a Mr Freeze e a Crane, ha il suo gas esilarante.
Le scene e le sequenze che riguardano la trama di Jerome, mi sono piaciute tutte in sé e per sé, ho adorato anche la location del bunker sotterraneo, col momento epico di Harvey che carica Tetch e Crane, costringendoli a scappare come matti, ma come stanno impostando la trama e il futuro del Joker non lo sto digerendo, è più forte di me.


Gli autori ci stanno dicendo da mesi ormai che Jerome non è il Joker, per cui la cosa non dovrebbe sorprenderci, se non fosse che Jerome è esattamente il Joker. Si comporta come tale, ha il sorriso con le labbra allungate e la frase tipica del Joker, “We all could go insane with just one bad day”, e adesso ha anche il gas esilarante.
Insomma, Jerome è il Joker fatto e finito, poco importa che gli manchi il nome. Per cui non riesco davvero a capire a che scopo far comportare un personaggio come il Joker, per poi dire che non lo è. Non c’è mistero attorno all’identità del villain, e se come temo, sarà Jeremiah a portare il nome del Joker,  tutto ciò che farà non sarà altro che la copia di quello che ha già fatto prima Jerome, e per me è inconcepibile che il Joker sia un copia e incolla di qualcun’altro.  Il Joker di Gotham, rischia di non essere altro che un emulatore, insomma. Una soluzione che trovo ben poco accattivante e che svilirebbe uno dei villain migliori del panorama di Batman.


A Gotham però nulla è mai come sembra, più o meno, e se Jeremiah non fosse affatto il gemello “buono”, ma colui che ha fatto impazzire Jerome e che lo ha spinto verso la pazzia? Jerome potrebbe non essere altro che lo specchio della vera natura che Jeremiah ha tenuto nascosta in questo episodio. Tutto sommato sappiamo che Jeremiah è intelligente e lungimirante, più di Jerome a dire il vero, e non sarebbe poi così irrealistico che abbia mandato fuori di testa il fratello  per mero divertimento, nascondendo la sua vera natura. Questo spiegherebbe anche perché voleva tenere Jerome prigioniero senza l’intervento di altri, e oltretutto, il Joker ha da sempre come caratteristica quella di voler portare le persone alla pazzia, basti pensare ad Harley e a Tim, che in Batman Beyond: Return viene trasformato in una sua copia.
Per quanto un po’ improbabile, è l’unica teoria che mi renderebbe accettabile le origini del Joker con Jeremiah.
Per altro, un indizio che proverebbe che Jeremiah diventerà il Joker, è la sua collaborazione con Echo, la sua assistente. Se lui sarà il Joker, tutto mi fa pensare che sarà lei la Harley Quinn della serie. Dopotutto è talentuosa nel combattimento e a quanto ci viene detto è disposta a tutto per aiutare Jeremiah. Direi che gli ingredienti ci sono tutti.
Naturalmente queste sono supposizioni, i giochi sono ancora aperti, e può darsi che in qualche modo gli autori riescano comunque a proporre il tutto in modo convincente.

Sta di fatto che fossi in Jim Gordon, io Jeremiah lo chiuderei bene a chiave che non si sa mai. Le premesse genetiche non fanno comunque ben sperare.


Ma parliamo di quello che mi ha più fatto storcere il naso durante la puntata, e riguarda le trame di Oswald, Nygma e Lee.
Non voglio essere pignola, ma con la caduta di Sofia, avevamo assistito alla riconciliazione tra Oswald e L’Enigmista al famoso molo, in cui entrambi si dichiaravano fiducia reciproca. Una scena molto bella e che pensavo sancisse un alleanza stretta tra i due, peccato che gli autori sembrano essersene dimenticati.

Cosa si è fatto ai capelli?
Sì perché nonostante Nygma sia l’unico di cui si fidi, Oswald, nel suo piano di riconquista del mondo criminale, si comporta come se fosse da solo, senza alleati, tanto da cercare la collaborazione di Butch/Grundy (un personaggio sprecato e che mi annoia da morire). 
Mi sta bene che il Pinguino cerchi altri alleati se vuole riconquistare “l’Underworld”, ma non sembra minimamente calcolare Ed, chiedendo per altro l’aiuto di qualcuno che lo vorrebbe morto. Senza contare che non si capisce bene perché Jerome abbia escluso l’Enigmista dalla sua Legion Of Horribles, quando potrebbe essergli più che utile con la sua intelligenza.
Forse lo ha invitato ma Ed aveva di meglio da fare?


L’Enigmista, tornato in auge, sembra voglia diventare il Gerry Scotti delle Narrows, creando un gioco a quiz tutto particolare. Non ha telecamere, ma c’è la folla esultante, un montepremi in palio e una ruota della sfortuna per chi non riuscirà a risolvere i suoi enigmi.
Il tutto mi ha fatto molto ridere, ma poteva essere imbastito in maniera più interessante e mi aspettavo qualche scena grottesca e un po’ di gore sulla stessa riga di quelle  avute con Mr Pyg o Poison Ivy, ma hanno lasciato il tutto molto sottotono.


Anche perché il tutto è solo un pretesto per far interagire Nygma e Lee, con un risvolto che dire che mi ha lasciata perplessa è dire poco.
Io non sono una fan della ship tra Oswald e Ed, ma una relazione con Lee di quest’ultimo, è davvero improbabile e non necessaria, oltre che senza senso. Per altro, a che scopo, creare scene così forti tra Oswald e L’Enigmista, se poi li accantoni come se nulla fosse successo?
Fatemi capire, Nygma  si lascia torturare e uccidere pur di non vendere Oswald e quest’ultimo  rinuncia alla vendetta pur di salvarlo, eppure bypassiamo il loro rapporto, per far realizzare una coppia altamente improbabile, con una tempistica per altro abbastanza terribile.
Se proprio tutto ciò s’aveva da fare, per coerenza narrativa, sarebbe stato meglio farlo accadere nelle puntate precedenti, non dopo aver rimescolato gli equilibri e cambiato le carte in tavola. Non ha alcun senso far accadere tutto, adesso che Ed non dovrebbe più essere al comando sé stesso, e che non lavora più per Lee.
Sul personaggio della Doc, non dico nulla perché ho rinunciato a trovare un senso a come gestiscono questo personaggio e ormai ho capito che lei è un po’ come Barbara; gli sceneggiatori le usano come Jolly mettendole un po’ a caso dove gli servono in barba alla coerenza.  Un peccato perché nell’episodio con Sofia, mi era pure piaciuta.
L’unica cosa certa, è che se fossi in Jim mi darei a celibato e basta, perché con le donne fa danni.
WTF?!
Una cosa che mi è piaciuta comunque, è Bruce, e anche rivederlo di nuovo con Alfred anche se per poco. Ho trovato anche molto buono questo gioco di forze tra Jim e Bruce, e il fatto che Gordon non sappia quanto e se possa fidarsi di Wayne jr, un po’ come in futuro, il commissario non saprà quanto potrà affidarsi a Batman.
Un episodio che mi ha lasciato l’amaro in bocca, ma c’è comunque la possibilità che creino ancora qualcosa di buono, e sono curiosa di dove vogliano arrivare e come vogliano farlo, perciò bazzicherò a Gotham volentieri, soprattutto perché voglio vedere se La Lega degli Assassini si scontrerà con la Legion Of Horribles, e come Jerome utilizzerà il gas esilarante. Le scene dei trailer promozionali fanno ben sperare. 

I'ts Getting Funnier...



Come sempre, un saluto alle nostre affiliate:
David Mazouz Italia Justice Of Shield Italia Cameron Monaghan Italy Gotham Italia - "There will be light" Crazy Stupid Series I Drogati Di Telefilm Cinema,movie and pop Telefilmiamo Subtitles On Demand


Non perdere neanche una notizia! Seguici sulla pagina Facebook o sul nostro Gruppo o su Twitter.
 
Condividi su Google Plus

Articolo di Cristina F.

Posta un commento